BARRASITOCLICCA QUI per il PROGRAMMA dell’EDIZIONE 2019

TRENTA EDIZIONI di entusiasmo e aggregazione

Ricco il cartellone di eventi della manifestazione, in programma al Fuin dal 6 al 16 settembre

VOLONTARI

I Volontari dell’Associazione Madonna della Campagna

Sarà l’edizione numero trenta, quella della Festa Popolare della Madonna della Campagna che farà ripartire la città dopo la pausa agostana. L’appuntamento sarà dal 6 al 16 settembre, per un evento che si propone particolarmente ricco di occasioni ed iniziative.

“Una Festa della Madonna della Campagna che ancor prima di partire è già record, per il numero di eventi che siamo riusciti a collocare negli otto giorni di cartellone – sottolinea il direttore artistico della rassegna, Alessandro Rossi -. Dallo Street Food Festival, che avvicinerà la cucina tipica brianzola al cibo da strada da tutto il mondo, al festival degli Artisti di Strada, una scommessa di questa edizione, un evento che coinvolgerà grandi e piccini con tante curiosità tra le quali una marching band direttamente da Sanremo (oltre quaranta musicisti con gli strumenti più strani) e dei trapezisti che compiranno evoluzioni in volo a oltre otto metri da terra. Per non parlare di “Viva Elvis” una produzione musicale di alto livello, un tributo al Re del Rock’n’Roll Elvis Presley. Protagonisti Nicola Congiu ed un’orchestra di settanta musicisti, che dopo tante esibizioni in teatro (alcune anche a Seregno), suoneranno per la prima volta su un palco all’aperto. E poi ancora il concerto di Fiordaliso, la pop star italiana di ‘Non Voglio mica la Luna’, con oltre 6 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, la Notte Bianca di sabato 14 settembre con la grande orchestra di Franco Bagutti e la partecipazione delle associazioni sportive e del Volontariato di Seregno, la Fiera del Bestiame ed i tradizionali fuochi d’artificio musicali. Un programma senza precedenti e sicuramente rilevante per la nostra città, che regalerà momenti di spensieratezza da passare al meglio per festeggiare come da tradizione gli ultimi scampoli d’estate”.

Dunque, l’associazione Madonna della Campagna (che come sempre, cura l’organizzazione della festa negli spazi di via Cagnola) ha voluto fare le cose in grande per questa trentesima edizione, un traguardo importante per una storia iniziata nel 1990: “alcuni abitanti del quartiere Fuin – ricorda Felice Beretta, presidente dell’Associazione – , un po’ per gioco, un po’ per passione e per attaccamento alla propria terra hanno messo in piedi le prime edizioni della Festa, rievocando quanto già si faceva all’inizio del novecento proprio in queste terre dal passato agricolo, quando sul calare dell’estate si festeggiava il raccolto con canti, balli e buon cibo attorno all’immagine della “Madonna” che proteggeva i raccolti. Così, guidati dalla tenacia di Carlo Proserpio, il nipote dello storico ‘Fuin’, oste della zona, hanno improvvisato piccole tavole calde all’aperto ed attorno ai prati del quartiere hanno organizzato serate danzanti, dando vita alle prime edizioni della Festa. Oggi come allora, nonostante le piccole tavole calde abbiano lasciato il posto a enormi tensostrutture, dove il pubblico gusta l’autentica cucina brianzola, e i canti accompagnati con la fisarmonica abbiano ceduto il passo a veri e propri eventi musicali, la nostra festa mantiene ancora quel sapore campagnolo e immutato, facendo respirare ancora un po’ quel profumo autentico del passato contadino brianzolo, passato forse non ancora del tutto dimenticato. A questo trentesimo appuntamento, la nostra associazione si presenta con un organico di oltre sessanta volontari, persone generose che dedicano molto più del proprio tempo libero per regalare alla città di Seregno e alla Brianza otto giorni di eventi capaci di catalizzare l’attenzione di migliaia di persone, portando non solo il nostro quartiere ma l’intera città al centro della nostra provincia e accendendo l’intero territorio con manifestazioni di cui si ha sempre più bisogno per rimarcare ancora una volta le tradizioni appartenenti alla terra brianzola”.

Come sempre, il Comune di Seregno garantirà il proprio patrocinio all’iniziativa: “La Festa della Madonna della Campagna è motivo di orgoglio e vanto per la nostra città – commenta il sindaco Alberto Rossi -: all’Associazione Madonna della Campagna va il ringraziamento di tutta la nostra comunità per la generosa dedizione e per la costanza con cui, di anno in anno, da tre decenni si rinnova questo appuntamento, che è tra i più apprezzati dalla nostra comunità civica, pregevole biglietto da visita per Seregno verso la Brianza tutta”.